Chi Siamo?

Eccoci qui: siamo Fabio ed Elisa e raccontarci non è semplice, ci sarebbe troppo da dire.. vi basti sapere che amiamo viaggiare, lo facciamo da sempre e da quando ci conosciamo amiamo soprattutto farlo insieme!

  • Fabio Fimmanò

2° TAPPA VIAGGIO IN PERU’: AREQUIPA E COLCA CANYON!

Arriviamo ad Arequipa dopo due bellissime giornate passate tra Paracas e Huacachina e 12 ore di viaggio con il pullman Cruz del Sur (il bus parte alle 20.15 da Ica e arriva ad Arequipa alle 7.00 circa; € 30 con compresa anche la cena).


Per saperne di più sulla prima tappa a Paracas, Isole Ballestas e Huacachina potete leggere il post seguente:

https://www.eftravelstories.com/blog/per%C3%B9-la-prima-tappa-%C3%A8-paracas


Se volete consigli su tutto il programma di viaggio in Perù, potete consultare invece:

https://www.eftravelstories.com/blog/perù-e-bolivia-preparazione-al-viaggio


Arriviamo ad Arequipa un pò più tardi dell’orario previsto (all’incirca alle 10.00) e ci avviamo subito verso la nostra Guest House per lasciare i bagagli, dopodichè eccoci pronti alla scoperta di questa bellissima cittadina coloniale.


Arequipa che è conosciuta come la Ciudad Blanca" a causa del colore del sillar, pietra locale simile al tufo, con la quale sono stati costruiti tutti gli edifici principali del suo centro storico, è la seconda città per popolazione dopo Lima di tutto il Perù (con circa 1 milione di abitanti). La città sorge ai piedi del grande vulcano Misti (5.822 metri) ma state tranquilli, non arriviamo a toccare i 2400 m per cui, ancora non si presentano problemi legati all’ossigeno!


Cattedrale di Arequipa

Ma quali sono i posti più belli da vedere ad Arequipa?


Partiamo dalla piazza principale, che come accade quasi sempre in Perù, si chiama Plaza de Armas e rappresenta il cuore della città. Si tratta davvero di un gioiellino incantevole: da un lato della piazza si erge la maestosa cattedrale di Arequipa che occupa un intero lato; gli altri tre lati sono costituiti da palazzi in stile coloniale e presentano tutti un porticato; mentre al centro inaspettatamente vedrete palme, una fontana e panchine dove è praticamente impossibile trovare posto per sedersi. La visione, del vulcano Misti dietro alla Cattedrale, ne fa un posto di rara bellezza.


Plaza de Armas, Arequipa


ll Monastero di Santa Catalina

La visita a questo monastero ve la super consiglio (entrata: 70 soles, circa 10 euro), in quanto passeggiando tra le viuzze di questo splendido luogo, vi sembrerà di essere in Spagna e ancora più precisamente in Andalusia.

Dovete calcolare almeno due ore e mezza per la visita, in quanto parliamo del più grande convento del mondo che si estende su una superficie di 20.462 metri quadrati; gli spazi una volta erano riservati alla vita delle monache di clausura, per questo si possono visitare ancora i dormitori, le cucine, e soprattutto i chiostri di questo meraviglioso luogo. La cosa che vi stupirà di più sono i colori.. dal blu cobalto al rosso più intenso, sfiorando altre migliaia di sfumature che vi consigliamo di fotografare nelle ore di maggiore luce.








Mercado San Camillo

Si tratta davvero di uno dei mercati più belli del Perù: centinaia di bancarelle di frutta, verdura, oggettistica in genere.. una sinfonia di colori e profumi che non vi farà rimpiangere la visita. Mettete in conto tanto caos, ma anche la possibilità di vedere tipologie di frutta e verdura sconosciuta mentre sorseggiate un ottimo frullato freschissimo!






Dove Dormire

Abbiamo soggiornato al Caminante Class:

https://www.booking.com/hotel/pe/el-caminante-class.it.html


Vi consiglio questa struttura in quanto il personale è gentilissimo, è compresa la colazione, si può scegliere tra camere con bagno in comune o privato e dispone di un deposito bagagli (ne abbiamo usufruito durante il tour al Canyon del Colca). Inoltre la posizione è ottima: 3 minuti dalla piazza principale e ad un isolato dal monastero di Santa Catalina (anche il prezzo lo è: circa 20 euro con bagno privato).


Dove Mangiare

Pranzo: Crepisimo (buonissime crèpes con carne d’alpaca/pollo o anche vegetariane)

Cena: Chelawasi Public House (ottimo per gli hamburger)


L’esperienza in più da fare

Per chi vuole vivere un’esperienza diversa ad Arequipa, vi consigliamo di partecipare ad una lezione di cucina peruviana (si preparano le diverse pietanze, dopodiché si pranza con quello che si è preparato). Potete ottenere più info: ww.peruviancookingexperience.com; costo irrisorio (circa 16 euro).


Ma come raggiungere il colca Canyon da Arequipa?

Inizialmente avevamo pensato di acquistare un tour online (con il senno del poi, avremmo speso il doppio) poi per fortuna leggendo altri blog, ci siamo resi conto che le agenzie locali realizzavano tutti il medesimo tour con prezzi nettamente inferiori rispetto a quelli proposti online.

Ci siamo così recati in una delle tantissime agenzie che troverete lungo Calle Santa Catalina e abbiamo confermato l’escursione con quella che ci ispirava di più.. (vi invito a fare lo stesso).

Il giorno successivo si parte prestissimo per quella che sarà un’avventura davvero meravigliosa: non avremmo mai creduto di visitare in soli due giorni, una varietà così ampia di luoghi e paesaggi.

Prima tappa: ci hanno condotto in una specie di bar nel nulla e, per evitare di soffrire d’altitudine, ci hanno consigliato di fare il pieno di Matè di coca e foglie di coca. Prima di partire avevamo paura degli effetti dell’altitudine ma in realtà al Canyon del Colca non abbiamo avuto nessun problema, per cui vi esortiamo a fare come noi: masticate tante foglie e bevete tanto matè.




Se farete come consigliato vi godrete alla grande il tour: percorrerete le falde del Chachani (vulcano di 6.057m), vedrete la splendida Riserva nazionale Salinas Aguada Blanca, alcuni tra i canyon più profondi al mondo e attraverserete campi dove pascolano alpaca e vicunas. Il punto più alto del percorso è situato a 4.900 mslm (Patapampa) e si.. li non avrete fiato.. per cui non provate a correre!


Vicunas nel Canyon del Colca

Canyon del Colca


Arriviamo verso le 16.00 a Chivay, ci riposiamo un attimo in hotel, dopodichè decidiamo di visitare le sorgenti termali (la Calera). Devo dire che con il senno di poi avrei evitato questa tappa, perché Fabio si è preso un febbrone da cavallo dopo le terme (non ci sono spogliatoi e soprattutto sono all’ombra senza che il sole possa scaldare un po’ l’aria gelida).. mi raccomando quindi.. state attenti perché rovinarsi la vacanza per queste sciocchezze è semplicissimo!




Alla sera nel prezzo del tour era compresa una cena con balli tradizionali.. carina ma la stanchezza era troppa per permetterci di goderla a pieno.

Il giorno successivo, di buon mattino partiamo per il “Cruz del Condor” da cui è possibile ammirare i maestosi condor andini librarsi nell’aria e sfiorare in volo le pareti rocciose. Il panorama che si presenta è spettacolare.



Cruz del Condor

Esperienza meravigliosa.. il tour prosegue poi con la visita di alcuni paesi sulla strada del ritorno ad Arequipa, da cui alla sera partirà il nostro pullman per Cuzco (ma per chi volesse proseguire verso Puno, c’era la possibilità di prendere un pullman diverso, per cui mi raccomando pensate bene prima di prenotare, alla vostra tappa successiva!). Che dire.. Arequipa e il Colca Canyon sono imperdibili!




95 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now